14.5 C
Italia
lunedì, Settembre 26, 2022

Gli esseri umani hanno un istinto per il cibo sano e selezionano la dieta per micronutrienti specifici, rileva lo studio

Gli esseri umani hanno un istinto intrinseco per il cibo sano e selezionano la dieta per micronutrienti specifici, mostra lo studio

  • Un nuovo studio suggerisce che gli esseri umani potrebbero preferire gli alimenti in base ai loro benefici per la salute
  • Gli esseri umani sono più sofisticati nella loro scelta dietetica di quanto si pensasse in precedenza
  • È stato a lungo pensato che gli esseri umani cerchino cibi ricchi di energia e ignorino gli altri
  • Si pensava che i minerali e le vitamine venissero ingeriti solo perché gli esseri umani mangiavano molti cibi indiscriminatamente, ma questa nozione è ora messa in discussione

Umani selezionare gli alimenti per soddisfare il nostro fabbisogno di vitamine e minerali, sfidando le nozioni secondo cui preferiamo quelli ricchi di amido.

È stato a lungo pensato che cerchiamo cibi densi di energia e otteniamo vitamine e minerali mangiando una varietà di piatti.

Ma uno studio ora suggerisce che gli esseri umani potrebbero avere “saggezza nutrizionale”, preferendo cibi che potrebbero giovare alla salute.

Gli esseri umani sono più sofisticati nella loro scelta dietetica di quanto si pensasse in precedenza. Un nuovo studio suggerisce di scegliere il cibo in base al contenuto di micronutrienti piuttosto che al contenuto di amido

L’autore principale Jeff Brunstrom, professore di psicologia sperimentale all’Università di Bristol, ha dichiarato: “I risultati dei nostri studi sono estremamente significativi e piuttosto sorprendenti.

“Per la prima volta in quasi un secolo, abbiamo dimostrato che gli esseri umani sono più sofisticati nelle loro scelte alimentari e sembrano selezionare in base a micronutrienti specifici piuttosto che semplicemente mangiare tutto e ottenere ciò di cui hanno bisogno per impostazione predefinita”.

In esperimenti che hanno coinvolto 128 adulti, il group ha misurato le preferenze mostrando ai partecipanti immagini di diversi abbinamenti di frutta e verdura. Ciò ha dimostrato che preferivano determinate combinazioni di cibi più di altre.

Advert esempio, mele e banane potrebbero essere scelte leggermente più spesso di mele e extra.

Le preferenze sembrano essere previste dalla quantità di micronutrienti negli accoppiamenti e se una combinazione fornisce un equilibrio di diversi micronutrienti.

I ricercatori hanno anche analizzato le combinazioni di pasti nella vita reale riportate nel Nationwide Eating regimen and Diet Survey del Regno Unito.

Hanno scoperto che le combinazioni popolari aumentano l’esposizione ai micronutrienti, ha riportato la rivista Urge for food.

Advert esempio, fish and chips o curry e riso sembrano offrire una gamma più ampia di micronutrienti rispetto alle combinazioni di pasti generate casualmente, come patatine e curry.

Fonte

ULTIME NOTIZIE
Articoli Correlati