9 C
Italia
sabato, Febbraio 4, 2023

I clienti potrebbero pagare 100 euro in più all’anno su un modesto paniere della spesa poiché l’inflazione si fa sentire

I consumatori ora devono pagare almeno 100 euro in più nel corso di un anno su un cestino della spesa modesto.

lui Indipendente irlandese ha scoperto che un paniere della spesa è salito da 2 a 3 euro nei principali supermercati irlandesi dall’inizio dell’anno poiché le persone sentono il pizzico dell’inflazione.

Abbiamo fatto un negozio di alimentari di base advert Aldi, Lidl, Tesco, SuperValu e Dunnes il 29 gennaio, il 9 marzo e il 13 aprile.

Abbiamo esaminato i prezzi di pane, latte, burro, pasta, petti di pollo, bibite, patatine, cereali, uova, bustine di tè, formaggio, prosciutto, yogurt, patate, banane, carta igienica e mele.

Per ogni negozio, ci siamo attenuti alla stessa marca per ogni articolo o al prodotto più vicino possibile.

Da advantageous gennaio i prezzi sono aumentati in tutti e cinque i negozi, con tre su cinque che hanno avuto un aumento di 2 euro o più. Nelle ultime cinque settimane, Aldi, SuprValu e Dunnes sono aumentati mentre Lidl e Tesco sono leggermente in calo.

Tuttavia, tutti i canestri sono più cari di quanto non fossero a advantageous gennaio.

Il più grande aumento dei prezzi si registra in SuperValu. Un paniere di 17 articoli costa 46,47 € a gennaio, 48,69 € a marzo e 49,84 € advert aprile.

Il paniere che abbiamo esaminato a Dunnes è passato da € 46,47 11 settimane fa a € 48,69 sei settimane fa e ora è € 49,84. Anche un negozio leggermente più piccolo fatto a Dunnes ha mostrato una differenza di prezzo di € 2. Lo stesso identico paniere di 15 articoli a gennaio costava 39,89 € e un paio di giorni fa costava 42,05 €.

Aldi e Lidl sono stati i supermercati più economici in assoluto ed entrambi hanno avuto una differenza di prezzo compresa tra € 1 o € 2 nelle ultime 11 settimane.

Il paniere di Aldi dei 17 articoli period di 33,62 euro a gennaio, 32,91 euro a marzo e 35,25 euro advert aprile.

Il negozio complessivo di Lidl è stato più economico questa settimana rispetto a marzo, con il carrello più recente che è arrivato a € 37,19 e quello precedente a € 38,90.

Tuttavia, nel complesso, c’è stato ancora un leggero aumento in quanto il negozio di gennaio è costato € 36,84.

Allo stesso modo, il paniere di aprile di Tesco è costato 43,76 euro, 2 euro in meno rispetto al paniere di marzo (45,78 euro), ma da gennaio c’è stato un aumento di 2,02 euro.

Nel negozio più recente, sebbene i cestini variassero leggermente nelle marche, Aldi period il più economico e Dunnes il più caro. Gli articoli che costano di più sono pane, pollo, formaggio, banane e in alcuni negozi il latte.

Il pollo crudo è notevolmente più caro, soprattutto a Lidl, dove 500 g di petti ora costano 4,99 € (period 3,69 €).

Anche i suoi polli pieni sono significativamente più cari, con un pollo da 1,9 kg ora € 4,69 (period € 3,49).

Anche il Brennans Bread è diventato più caro nelle ultime 11 settimane: period 15c su Aldi, 13c su Tesco, 12c su Dunnes e 10c su SuperValu.

Dermott Jewell, consigliere politico e del consiglio per l’Associazione dei consumatori d’Irlanda, ha affermato che gli aumenti di prezzo riscontrati dal Indipendente irlandese aveva identificato erano “un bel aumento”.

“La riflessione che c’è un aumento di qualsiasi tipo si aggiunge a tutto il dolore. La realtà è che i prezzi dei generi alimentari, come tutto il resto, stanno aumentando a un ritmo abbastanza costante”, ha affermato.

“Questo è un bel aumento, quindi va tenuto presente che sta portando tutti quei messaggi che sono là fuori, ovvero devi fare tutto e tutto il possibile per l’esborso.

“Ma quando guardi all’aumento del cibo, è una bella sfida perché devi comprare cibo. Puoi comprare solo ciò che conosci e ti piace e ciò che si adatta a te e advert alcune persone a seconda della loro salute, non possono cambiare, quindi se è aumentato è aumentato e questa è la difficoltà.

Il signor Jewell ha affermato che il suo consiglio ai consumatori sarebbe quello di esaminare i prezzi dei prodotti in diversi negozi e, ove possibile, di acquistare marchi generici.

Abbiamo anche confrontato i prezzi degli acquisti di marca propria e di marca denominata in ciascun supermercato.

In tutti i negozi, l’acquisto del proprio marchio, ove possibile, ha reso il negozio in generale significativamente più economico. Il negozio di marca di Aldi costava € 10,34 in meno rispetto al suo marchio denominato, Lidl’s period di € 15,10 in meno, Tesco period di € 14,20 in meno, Dunnes period di € 8,60 in meno e SuperValu di € 11,92 in meno.

Fonte

ULTIME NOTIZIE
Articoli Correlati