12.7 C
Italia
sabato, Settembre 24, 2022

Kellogg’s lancia una sfida legale contro le nuove regole alimentari del governo

Kellogg’s sta lanciando una sfida legale contro le nuove regole del governo che impedirebbero advert alcuni dei cereali dell’azienda di essere ben visibili nei negozi di alimentari.

I nuovi regolamenti entrano in vigore in Inghilterra a ottobre e limitano la promozione di cibi e bevande advert alto contenuto di grassi, sale e zucchero.

Kellogg’s ha affermato in una dichiarazione di aver “cercato di avere una conversazione ragionevole con il governo” senza successo.


Riteniamo che la components utilizzata dal governo per misurare il valore nutritivo dei cereali per la colazione sia sbagliata e non attuata legalmente

Chris Silcock, di Kellogg

Chris Silcock, amministratore delegato dell’azienda nel Regno Unito, ha dichiarato: “Riteniamo che la components utilizzata dal governo per misurare il valore nutritivo dei cereali per la colazione sia sbagliata e non implementata legalmente. Misura i cereali secchi quando vengono quasi sempre mangiati con il latte.

“Tutto questo conta perché, a meno che non si tenga conto degli elementi nutritivi aggiunti quando si mangia il cereale con il latte, non si misura il pieno valore nutritivo del pasto”.

Un portavoce del Dipartimento della salute e dell’assistenza sociale ha dichiarato: “I cereali per la colazione contribuiscono per il 7% – una quantità significativa – all’assunzione media giornaliera di zucchero libero dei bambini.


Limitare la promozione e la pubblicità di alimenti meno salutari è una parte importante della strategia intergovernativa per dimezzare l’obesità childish entro il 2030, prevenire le malattie dannose e migliorare l’aspettativa di vita in buona salute

Dipartimento di salute e assistenza sociale

“Limitare la promozione e la pubblicità di cibi meno salutari è una parte importante della strategia intergovernativa per dimezzare l’obesità childish entro il 2030, prevenire le malattie dannose e migliorare l’aspettativa di vita sana, in modo da poter continuare a migliorare la salute in tutta la nazione”.

Il portavoce ha aggiunto che l’obesità costa al SSN più di 6 miliardi di sterline all’anno ed è la seconda causa di cancro nel Regno Unito.

Fonte

ULTIME NOTIZIE
Articoli Correlati