20.2 C
Italia
giovedì, Ottobre 6, 2022

La favola di Alice Pizza

Non si tratta di “Alice nel paese delle meraviglie”, ma è senza dubbio una favola quella che questo marchio, tutto romano, sta vivendo negli ultimi anni. Da impresa di famiglia advert un franchising che conta 170 punti vendita, alcuni che all’estero.

A raccontare l’evoluzione di Alice Pizza è il suo fondatore, Domenico Giovannini, 63 anni e padre di due figli, Luna e Lorenzo, che nel corso degli anni sono diventati anche i suoi soci in affari. Come le sue sorelle all’inizio di questa impresa. “Sono stati i nostri clienti a farci venire l’concept, quando riconoscevano il nostro prodotto nelle altre pizzerie al taglio che nel frattempo avevamo aperto – racconta Giovannini -. All’epoca erano solo tre, o quattro, e da li iniziammo a sviluppare l’concept di un nome, un’insegna, che portasse avanti il nostro marchio di qualità”.

Un ricetta tradizionale, che è stata poi tramandata con l’apertura dell’Accademia di Alice Pizza, in cui si formano i pizzaioli: “Una scelta avviata nel 2014 quando abbiamo iniziato advert espanderci – continua Giovannini , e sono sempre più convinto che il nostro successo sia stato proprio questo, la condivisione”.

La prima pizzeria Alice apre nel 1990 a through delle Grazie, a San Pietro. Proprio qui lavora Domenico Giovannini che da qui è riuscito a far partire un progetto che ha visto aprire pizzerie con le stesse tecniche e ricette, in diversi quartieri di Roma.

Il 12 novembre del 2002 viene ufficialmente registrato il marchio. Nel 2012 apre la prima pizzeria Alice in franchising. Il 2013 invece è l’anno della fondazione dell’Accademia della Pizza, la scuola dedicata alla formazione dei futuri pizzaioli del gruppo. Nello stesso anno, apre la prima pizzeria Alice fuori dal Lazio, in Emilia Romagna. Nel 2017 Alice vola oltre oceano e festeggia la prima pizzeria negli Stati Uniti, precisamente a Philadelphia.

Fonte

ULTIME NOTIZIE
Articoli Correlati