20.4 C
Italia
venerdì, Ottobre 7, 2022

La startup olandese, che porta cibo sano a più persone, raccoglie 10 milioni di dollari per guidare le fattorie indoor alimentate dall’intelligenza artificiale

Il cambiamento climatico sta determinando una sostanziale scarsità e tensioni nell’approvvigionamento alimentare globale. Poiché questo accelererà nei prossimi anni, dobbiamo trovare il modo di scalare soluzioni di crescita efficienti che alleggeriscano l’impronta dell’agricoltura. Verso una produzione alimentare più sicura, affidabile e resistente al clima, l’agricoltura in serra produce raccolti fino a 15 volte superiori e utilizza fino a 20 volte meno acqua, riducendo al contempo l’inquinamento e l’uso del suolo. Tuttavia, mentre la domanda globale di agricoltura in serra è in aumento, la sua crescita è ostacolata dall’elevata dipendenza e dalla crescente carenza di coltivatori per gestire queste strutture.

La startup agtech con sede advert Amsterdam Supply.ag ha raccolto 10 milioni di dollari di finanziamenti per consentire a più coltivatori in serra di gestire più fattorie in modo più efficiente. Il spherical di semi è stato guidato da Acre Enterprise Companions con la partecipazione di E14 Fund, Astanor Ventures, affiliato al MIT, e i coltivatori Agro Care, Rainbow Growers e Harvest Home Cooperative.

Il finanziamento sarà utilizzato per accelerare l’accesso a frutta e verdura fresca con serre alimentate dall’intelligenza artificiale e promuovere lo sviluppo del prodotto per espandere le collaborazioni commerciali. L’azienda agtech ha collaborato con coltivatori olandesi, tra cui Agro Care, uno dei più grandi coltivatori di pomodori del mondo, per lanciare la prima versione del prodotto.

Fondata nel novembre 2020 da Rien Kamman ed Ernst van Bruggen, la startup sta sviluppando una tecnologia per democratizzare l’accesso a una quantità sufficiente di frutta e verdura attraverso serre alimentate dall’intelligenza artificiale.

Parlando di come la startup fornirà cibo più sano a più persone senza infrangere i nostri confini planetari, Rien Kamman, CEO e co-fondatore di Supply.ag ha dichiarato: “Combinando modelli vegetali con tecniche di apprendimento automatico, possiamo simulare lo sviluppo delle colture in qualsiasi ambiente. La nostra tecnologia fornisce ai coltivatori consigli sulla strategia di coltivazione ottimale e supporto per realizzarla”.

Lucas Mann, managing companion di Acre, ha dichiarato: “L’agricoltura in serra è una soluzione collaudata e praticabile, ma senza innovazione la domanda sarà impossibile da soddisfare. Supply.ag può svolgere un ruolo fondamentale nel guidare la sua scalabilità globale”.

Fonte

ULTIME NOTIZIE
Articoli Correlati