20.4 C
Italia
venerdì, Ottobre 7, 2022

Ricette: Sophie Ellis-Bextor e Richard Jones: “Ci siamo corteggiati a vicenda con il cibo”

PENSA Sophie Ellis-Bextor e probabilmente inizierete a canticchiare la hit dei primi anni Novanta Homicide On The Dancefloor, o ricordate la gioia genuina che ha portato durante il blocco con le sue “discoteche da cucina” dal vivo su Instagram – esibendosi in abiti con paillettes nella sua stanza dei giochi di famiglia, spesso camminando su giocattoli, bambini e cavi.

Ma potresti non sapere che i suoi talenti si estendono anche alla cucina.

In effetti, quando ha incontrato per la prima volta suo marito Richard Jones (bassista del gruppo pop The Feeling), l’amore reciproco per la cucina period una delle cose su cui si legavano.

“Ci siamo corteggiati davvero a vicenda con il cibo”, afferma Ellis-Bextor: la sua capacità di cucinare un ottimo pezzo di carne ha persino convinto Jones a scendere dal carro pescatario in un primo appuntamento nel 2002 (“L’ho gentilmente convinto a iniziare a mangiare carne…”) .

“Mi ha cucinato l’anatra”, interlude Jones.

“Dato che ha già mangiato pesce, ho pensato che forse potremmo andare in superficie”, cube ridendo il cantante 43enne.

Per il loro primo San Valentino insieme, Jones ha preparato una casseruola di aragosta. “Ci piace cucinare l’uno per l’altro, ma se succede, [Sophie] non gli piace che tocchi tutto ciò che sta cucinando”, cube Jones.

“No, è fastidioso”, scherza Ellis-Bextor.

“Un po’ come se facessimo il DJ insieme e lei stesse facendo un combine e io allungo la mano e lo modifico leggermente – lei cube, smettila”, continua Jones.

Tuttavia, essere un bravo cuoco non è così diverso dall’essere un buon musicista, insiste Jones. “Inserendo vari elementi, come la batteria, il basso, le percussioni e la voce quando stai costruendo una canzone, un pasto è più o meno lo stesso genere di cose, stai costruendo intorno al palato dall’estremità inferiore e le notice di basso a la fascia alta, dove le voci sono nelle spezie e negli acidi e negli aceti e nel succo di limone.

“Stai dicendo che la mia voce è come l’aceto?” Ellis Jones, interviene ridendo.

“Come un buon vino”, ragiona Jones con un sorriso.

Naturalmente, nella loro cucina c’è sempre musica. Sicuramente non il loro però: “Sarebbe come avere uno specchio di fronte a te mentre cucini”, cube Ellis-Bextor. Ma il loro libro di cucina di debutto – Love. Cibo. Famiglia. – viene fornito completo di playlist con cui adorano cucinare.

Si sono sposati in Italia nel 2005 e sono diventati genitori poco dopo. Ora ne hanno cinque – Sonny (18), Equipment (13), Ray (10), Jessie, sei e Mickey di tre anni – quindi ci sono molte bocche da sfamare.

“Mentre tutto si è evoluto e abbiamo avuto sempre più bambini, [cooking] è diventato in qualche modo parte della nostra famiglia, advert esempio come nutriamo questa enorme famiglia ogni giorno? Jones cube, aggiungendo che “entrambi trovano la cucina rilassante e terapeutica”.

Feste di famiglia grandi, generose e facili da preparare sono il filo conduttore del libro di cucina.

“Penso che più bocche dai da mangiare, meno bar puoi gestire – non sto cucinando cose various per persone various”, afferma Ellis-Bextor. “Abbiamo un vegetariano, quindi dobbiamo sempre fare quel ritocco. Al di fuori di questo, dobbiamo fare qualcosa che pensiamo che il maggior numero possibile di persone mangerà”.

Anche loro hanno avuto la loro parte di mangiatori esigenti. “Per noi, un pasto di successo è quando la maggior parte delle persone mangia la maggior parte del cibo. È abbastanza insolito avere qualcosa che mangiano assolutamente tutti. I bambini possono amare qualcosa una settimana e poi il giorno dopo decidere che non fa più per loro.

“Devi solo lasciarti rotolare molto sulle spalle, ma quando cucino per i bambini, se a loro non piace quello che ho preparato, lo prendo come un pugnale nel mio cuore”, aggiunge con un ridere. “Richard è molto più bravo a dire, ‘Dimmi perché non ti è piaciuto’ e, ‘Che ne dici se l’ho fatto in quel modo?’

“Cerchiamo solo di fargli capire che non deve essere sempre nei loro primi cinque pasti di tutti i tempi. A volte sarà: ‘Ha funzionato ed è stato gustoso'”.

Il libro di cucina è un vero riflesso di come la famiglia mangia a casa (pensate a una facile cottura al forno con salsiccia, pollo saltato in padella, spag bol). Alcune ricette sono tramandate dai membri della famiglia (il budino dello Yorkshire di Nanny Claire e il pollo alla spatchcock di nonna Janet), e molte sono ispirate dalle vacanze in famiglia all’estero (baklava al pistacchio con miele e sciroppo d’arancia, o borscht).

Jones definisce i viaggi con cinque bambini “un incubo logistico” e le vacanze non sono state prive di piccoli disastri. “Durante il nostro ultimo viaggio, quando siamo atterrati, ci siamo resi conto di aver lasciato non uno, ma due degli interi guardaroba dei bambini all’aeroporto”, ricorda Ellis-Bextor.

“Devi imparare a rilassarti quando la famiglia diventa più grande”, aggiunge. “Devi lasciar andare l’essere attraverso tutto, perché non è davvero fisicamente possibile. Il mio motto è ‘qualcosa accadrà’, quindi finché il grande titolo di ogni cosa è felice e in salute è proprio lì, non importa”.

Lo stesso vale in cucina, soprattutto quando vengono coinvolti cinque bambini. La mamma musicista crede che la passione per la cucina possa essere instillata fin dalla giovane età – “se stai cucinando davanti a loro, prendendo in giro il cibo e mostrandogli loro, li stai interessando all’alchimia del fare cose.

“Se c’è una piccola scintilla di passione lì, costruiscici sopra. Anche mio figlio di tre anni, non posso iniziare a fare qualcosa senza che lui dica: ‘Aiuterò’. Sabato faccio i pancake e ovviamente non sarà di grande aiuto ma gli do la sua piccola ciotola, la sua stessa farina, il suo stesso uovo da rompere e [let him] divertirsi un po.”

Il loro libro di cucina ha una sezione dedicata ai piatti che i bambini amano (e potrebbero persino cucinare da soli): l’ultimo sandwich con bastoncini di pesce e toast al pomodoro “dovresti essere a letto”. Anche le serate con pizza fatta in casa sono un alimento base nella loro casa. “Invece che prepararli in anticipo, è così facile arrotolare l’impasto e coinvolgerli nella scelta dei condimenti”, afferma Jones.

I bambini preparano anche i loro rotoli di maki di ispirazione giapponese. “Il nostro maki sembra davvero strano e strano, ma i bambini si divertono molto advert arrotolarsi e ha lo stesso sapore”, aggiunge Jones. “Qualunque cosa del genere, dove possono tirare fuori una ciotola e giocare, diventa come un momento di gioco.”

E il pasticcio? È inevitabile, cube. “Riso per sushi ovunque.”

Amore. Cibo. Household: Recipes From The Kitchen Disco di Sophie Ellis-Bextor e Richard Jones è pubblicato da Hamlyn, al prezzo di £ 20. Fotografia di cibo di Issy Croker. Di seguito tre ricette da provare a casa…

Stufato di merluzzo e chorizo ​​di Sophie Ellis-Bextor e Richard Jones

BACCALÀ E CHORIZO STUFATO (Per 4 persone)

  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • 200 g di chorizo ​​da cucina, tagliato a bocconcini
  • 1 cipolla grande, tritata grossolanamente
  • 3 spicchi d’aglio, affettati finemente
  • 2 gambi di sedano, tritati
  • 2 peperoni rossi, privati ​​dei semi e tritati
  • 1 cucchiaino di semi di coriandolo
  • 1 cucchiaino di semi di finocchio
  • 400 ml di vino rosso
  • 1 cucchiaio di passata di pomodoro
  • 2 scatole da 400 g di pomodori a pezzetti
  • 1?2 cucchiaini di peperoncino essiccato in scaglie
  • 200 g di cous cous
  • 1 dado vegetale
  • 300 ml di acqua bollente
  • 400 g di filetti di merluzzo
  • 1?2 mazzi di foglie di prezzemolo a foglia piatta
  • 1 limone, tagliato a spicchi
  • Sale e pepe nero

Metodo

Scaldare l’olio d’oliva in una padella ampia a fuoco medio e versare il chorizo. Destiny soffriggere per qualche minuto o fino a quando non inizia a rilasciare un po’ del suo olio, quindi aggiungete la cipolla e l’aglio e destiny soffriggere per altri cinque minuti.

Aggiungere il sedano e i peperoni, insieme al coriandolo e ai semi di finocchio e soffriggere per altri cinque minuti. Sfumate con il vino e fatelo evaporare un po’, quindi aggiungete la passata di pomodoro, i pomodorini tagliati a pezzetti e i fiocchi di peperoncino secco e aggiustate di sale e pepe.

Nel frattempo, portare a bollore il bollitore. Metti il ​​cous cous in una ciotola media. Versare il dado in una caraffa graduata e versarvi sopra l’acqua bollente misurata, quindi amalgamare bene. Versare 200 ml di brodo sul cous cous e coprire o mettere un coperchio sopra. Lasciare cuocere a vapore per cinque-otto minuti.

Versare il brodo rimanente nella padella dei pomodori e portare a bollore. Adagiare con cura i filetti di merluzzo nella salsa in modo che siano per lo più coperti, quindi aprire la padella con un coperchio e far sobbollire per cinque minuti.

Sgranate il cous cous con una forchetta. Quando il pesce sarà bello e friabile, servire lo spezzatino con una spolverata di foglie di prezzemolo, con spicchi di limone e un po’ di soffice cous cous a parte.

163857721 dbfa1aab 64d3 4e7a bfca 700d1dc6463d

Il tiramisù del matrimonio di Sophie Ellis-Bextor e Richard Jones

TIRAMISÙ DI MATRIMONIO (8 persone)

  • 2 uova di galline allevate all’aperto, separate
  • 100 g di zucchero semolato
  • 450 g di mascarpone
  • 1 cucchiaino di pasta di bacche di vaniglia
  • 150 ml di crema doppia
  • Una spruzzata di succo di limone fresco
  • 300 ml di caffè appena fatto (caldo, non bollente)
  • 100 ml di vino da dessert
  • 200 g Savoiardi o savoiardi
  • 50 g di cioccolato alla nocciola, grattugiato finemente
  • Granella di cacao (facoltativa)

Metodo

Separare gli albumi e i tuorli in due grandi ciotole.

Aggiungere metà dello zucchero ai tuorli e sbattere fino advert ottenere un composto liscio e un po’ più chiaro. Aggiungere la crema di mascarpone e bacca di vaniglia e frullare fino advert ottenere un composto omogeneo. Versare la panna e continuare a montare fino a quando non sarà completamente incorporata.

Spremere un po’ di succo di limone negli albumi e sbattere fino a ottenere delle cime morbide. Puoi farlo a mano o usare una frusta elettrica. Unire gli albumi al composto di mascarpone e mescolare fino a quando non saranno ben incorporati.

Versare il caffè caldo in un piatto fondo insieme al vino da dessert e allo zucchero rimasto. Mettere due cucchiai di composto di mascarpone in una teglia da 25 × 15 cm e girarlo per coprire la base della teglia.

Immergere alcuni savoiardi nella miscela di caffè per 10 secondi, o finché non saranno leggermente morbidi ma non si sfaldano. Adagiare le dita imbevute sopra lo strato di mascarpone e continuare con questo procedimento di ammollo e stratificazione, fino advert esaurimento degli ingredienti, finendo con uno strato di composto di mascarpone.

Completare con il cioccolato alla nocciola grattugiato e le granella di cacao. Far raffreddare in frigo per un’ora prima di servire. Puoi anche farlo in anticipo e tenerlo in frigorifero per una notte.

163815562 6d6ee2f0 9653 4bd6 8e9b f01e1a4d5074

Il mac and cheese di Sophie Ellis-Bextor e Richard Jones

MAC E FORMAGGIO CON CROCCANTE ALLA SALVIA TOPPING BREADCRUMB (per 8 persone)

  • 150 g di burro salato
  • 5 spicchi d’aglio, affettati finemente
  • 6 cucchiai di farina
  • 11?2 cucchiai di polvere di senape inglese
  • 1 cucchiaino di paprika affumicata
  • 6 foglie di alloro
  • 2L di latte parzialmente scremato
  • 600 g di maccheroni secchi
  • 300 g di formaggio Cheddar, grattugiato
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 200 g di pangrattato panko
  • 15 foglie di salvia
  • 150 g di mozzarella
  • Olio d’oliva, per spruzzare
  • Sale e pepe nero

Metodo:

Preriscaldare il forno a 200°C (425°F), Gasoline Mark 7. Mettere il burro e l’aglio in una casseruola capiente e far sciogliere a fuoco medio, quindi aggiungere la farina e mescolare fino a quando non sarà incorporata. Aggiungere la polvere di senape, la paprika e le foglie di alloro, abbassare la fiamma e cuocere, mescolando continuamente, per cinque minuti.

Versare poco alla volta il latte, sempre sbattendo per evitare la formazione di grumi. Portare a bollore la salsa, quindi lasciarla sobbollire a fuoco basso, avendo cura di mescolarla spesso.

Nel frattempo, portare a ebollizione una pentola capiente di acqua salata a fuoco vivace. Aggiungere la pasta e cuocere per sei minuti.

Togliere le foglie di alloro dal sugo, quindi scolare la pasta e aggiungerla al sugo. Togliere dal fuoco, mescolare bene e aggiungere i due terzi dei formaggi grattugiati. Condite bene con sale e pepe a piacere.

Versare il composto in una teglia da 30×20 cm, cospargere il pangrattato e adagiare sopra le foglie di salvia. Cospargete il restante formaggio grattugiato e sminuzzate la mozzarella. Irrorare con olio d’oliva.

Cuocete per 30 minuti, o fino a quando saranno dorate e croccanti in superficie.

Fonte

ULTIME NOTIZIE
Articoli Correlati