20.2 C
Italia
giovedì, Ottobre 6, 2022

Sogni irrealizzabili: possono essere piccoli, ma queste torte retrò beautify sono incentrate sul più è di più

Le creazioni che sembrano uscite direttamente da un libro sulla decorazione di torte degli anni ’70 stanno vivendo un momento. Charlotte Muru-Lanning parla con tre talentuosi pasticceri locali sul motivo per cui hanno abbracciato la tendenza.

Negli ultimi 10 anni (almeno), “torte nude” sono stati una forza persistente quando si tratta di tendenze per le torte in Nuova Zelanda. Torte eleganti e semplici, lasciate in gran parte disadorne, ma per una spolverata di zucchero a velo, uno strato di panna fresca e qualche fiore fresco.

Ma c’è una nuova torta in città, ed è in opposizione quasi diretta. Creazioni minuscole e iperfemminili sormontate da nastri di glassa dalle sfumature innaturali e messaggi corsivi vecchio stile. Di tanto in tanto sono tempestati di ciliegie glacé kitsch o di un anello di candele dai colori primari. Sembrano ancora delle torte, ma sembrano anche deliziosamente iper-reali.

Prima della pandemia, lo stile della torta riccamente decorato period già stylish in Corea del Sud. Forse alimentata dalla quarantena e dai blocchi, la tendenza sembrava decollare a livello globale all’inizio dell’anno scorso. Ora, i fornai locali hanno raccolto le torte in stile classic e la carineria è un requisito.

“Le torte che facciamo sono le torte dei nostri sogni d’infanzia”, ​​afferma Nicholas Maestranzi, che realizza torte con il suo socio in affari Paloma Harada attraverso la loro pasticceria Instagram Giorno.

La coppia si è incontrata nel 2019 mentre lavorava in un supermercato e si è resa conto di condividere un interesse per la cucina e la cottura al forno. “Ogni volta che uscivamo cuocevamo, cuocevamo, cuocevamo”, cube Maestranzi.

Durante l’property, il loro sogno condiviso di gestire un’azienda alimentare è diventato realtà. Hanno lasciato l’università e il lavoro al supermercato e hanno iniziato a vendere le loro torte in stile retrò a tempo pieno a gennaio di quest’anno. E già, sono quasi al completo per gli ordini.

Torte a forma di cuore di Auckland cake maker Zi (Foto: in dotazione)

La maggior parte del lato decorativo dell’operazione è svolto da Harada dalla loro cucina di East Auckland. Non ha avuto alcuna esperienza precedente con la preparazione di torte o pasticceria, ma attribuisce a sua nonna da bambina alcune delle abilità di base con cui ha iniziato. L’ispirazione per le loro torte beautify in modo stravagante viene da ornamenti classic e ceramiche trovate durante lo procuring, immagini di torte su Pinterest e Instagram e dai ricordi di panetterie in Giappone. Le combinazioni di colori sono particolarmente importanti per la coppia e le fonti di ispirazione possono provenire da “assolutamente ovunque”, afferma Harada, a volte anche da una strana combinazione di colori macchiati tra il cibo nello smaltimento dei rifiuti.

Se ripercorri la storia della pasticceria, le origini del la torta riccamente bordata può essere attribuita a Marie-Antoine Carême. Considerato il padre della cucina francese professionalizzata, è ampiamente riconosciuto per i suoi metodi di creazione di torte fantasiose, ornamental e scultoree nel 19° secolo.

Avanti veloce di circa cento anni e il pasticcere britannico Joseph Lambeth pubblicò il suo libro nel 1934 Metodo Lambeth per la decorazione di torte e pasticcini pratici. In America, Lambeth è accreditato di aver reso popolare ciò che è noto come “over-piping”, una tecnica secolare di linee sovrapposte per creare decorazioni di dessert intricate e stratificate.

Torte nuziali a parte, lo stile Lambeth delle torte con i tubi sovrapposti iniziò a passare di moda negli anni ’50, ma l’influenza delle sue tecniche è sopravvissuta. Negli anni ’70 e ’80 tornarono le torte abbondantemente glassate con glassa colorata. Sono questi che sembrano essere i diretti predecessori di questa tendenza della torta che sta guadagnando terreno oggi.

Un’altra fornaia di Auckland che produce torte glassate kitsch, Stella King, ha iniziato a vendere torte durante il blocco di livello tre di Auckland l’anno scorso attraverso la sua torta Instagram Da Zucchero. Incapace di lavorare come supervisor di camion di cibo e annoiata a casa, si è imbattuta in foto di torte in stile retrò on-line da panetterie in Giappone, Corea del Sud e Indonesia. “Ho pensato che fossero carini, potrebbe essere una piccola thought divertente, nessuno lo sta facendo davvero”, cube. “Ed è esploso”.

Ciò che l’ha davvero attratta dai dolci erano le loro dimensioni. “Sembrava proprio il momento perfetto per torte a forma di bollicina”, cube. Le piccole torte, più adatte per essere condivise tra tre o quattro persone, erano l’ideale per gli abitanti di Auckland che erano, per la maggior parte, limitati a socializzare all’interno delle proprie famiglie. Piuttosto che i tipici messaggi celebrativi, durante il lockdown King ha meticolosamente ciliegina sulla torta con messaggi del tipo: “Spero che ti stia godendo l’isolamento”, “Mi manchi” e tanto “cazzo Covid”.

yH5BAEAAAAALAAAAAABAAEAAAIBRAA7
Le torte in stile retrò del fornaio di Auckland di Sugar (foto: in dotazione)

King ha lavorato professionalmente come pasticcera e ha studiato pasticceria per due anni prima, ma le tecniche di decorazione intricata della crema al burro erano nuove per lei, quindi ha trascorso del tempo in isolamento affinando le sue abilità. Parte di ciò che rende queste torte così carine è che sono minuscole, spiega – di solito hanno un diametro di soli 10 cm e vengono generalmente servite in una scatola di bento da asporto. Ma questo crea anche sfide per la decorazione. “Period abbastanza difficile capire come creare scritte e tubazioni complesse su una superficie così piccola”, cube.

Le sue torte sono delicatamente ghiacciate con increspature d’altri tempi e tanta crema al burro di meringa svizzera coloration pastello. È uno dei tipi di glassa più complicati da realizzare e prevede la combinazione di albumi cotti con zucchero e burro. Ma ne vale la pena, cube, perché “è un po’ più leggero, un po’ meno dolce della crema al burro americana e suona davvero, davvero bene – e inoltre penso che abbia un sapore migliore”.

La sua casella di posta è stata in fermento sin dall’inizio. Gli slot degli ordini per le sue torte si riempiono con settimane di anticipo. Il giorno di San Valentino ha dovuto rifiutare più di 50 persone sperando di fare ordini e reclutare amici per aiutare con le consegne. King spiega che la popolarità delle sue torte si è basata in gran parte sul passaparola. “Non per suonare il mio corno, ma sono piuttosto carini e carini, quindi la gente vuole postare su di loro”, cube.

La creatrice di torte di South Auckland Monica ha pubblicato la prima foto sul Instagram della sua attività di torte, One Want Muffins, il 30 dicembre dello scorso anno. Ricoperta da un’impressionante glassa smerlata e cosparsa di ciliegie fresche, la torta sembrava essere stata preparata da un professionista esperto. Ma Monica è completamente autodidatta.

In effetti, Monica non aveva nemmeno un forno fino a quando non si è trasferita dalla casa dei suoi genitori l’anno scorso. È stato solo durante il lockdown dello scorso anno che ha fatto le sue prime torte ghiacciate. Da bambina attribuisce le sue abilità alla visione di programmi televisivi come Cake Boss e Masterchef. Da febbraio, bilancia il lavoro appena acquisito in una pasticceria locale con la vendita delle proprie creazioni.

E spera di riuscire a trasformare la sua operazione su Instagram in un lavoro a tempo pieno. “Avere una pasticceria è sempre stato il mio sogno”, cube, “quindi è davvero importante per me perseguire il mio sogno”.

yH5BAEAAAAALAAAAAABAAEAAAIBRAA7
Creazioni di torte da Instagram di One Want Muffins (Foto: in dotazione)

Negli ultimi due anni, le sottoculture estetiche amano cottagecore, softcore e balletto, che romanticizzano la domesticità, la carineria e l’ultrafemminilità, hanno preso piede. Qualunque sia la tua opinione su queste tendenze, la loro influenza ha pervaso la moda, gli interni, la cultura pop e, naturalmente, il cibo. Pensa a quegli abiti bucolici con maniche a sbuffo e orli arruffati, il ritorno delle ballerine, gli interni in morbido lino e, probabilmente, il lievito naturale. Monica vede parallelismi tra questi e la tendenza della torta retrò. “Si adattano a quell’estetica”, cube. “È quello che penso quando vedo queste torte classic, mi vengono in mente solo i picnic cottagecore.”

Uno degli impatti dell’epidemia di Covid-19 è stata l’assenza delle celebrazioni che una volta consideravamo normali. Matrimoni, capodanni, compleanni, lauree e qualsiasi altro tipo di incontro che avrebbe richiesto una torta è diventato potenzialmente rischioso.

Torte dall’aspetto indiscutibilmente celebrativo come queste minuscole creazioni beautify riempiono quel vuoto, anche se sono condivise con uno o tenute per te. Sono una forma di celebrazione sicura che può essere consegnata direttamente a casa tua. E in un momento in cui tutti avremmo bisogno di un po’ di allegria, è una terapia sotto forma di torta.



Fonte

ULTIME NOTIZIE
Articoli Correlati