2.3 C
Italia
domenica, Dicembre 3, 2023

Stai mettendo a rischio la salute del tuo cane? Lo studio rileva che una cattiva manipolazione degli alimenti minaccia la malattia nei cani e negli esseri umani

STATEN ISLAND, NY — Il modo in cui i proprietari di cani nutrono i loro amici pelosi, conservano il cibo e lavano i piatti può avere conseguenze significative sulla salute di persone e animali domestici.

I ricercatori hanno scoperto che meno del 5% dei proprietari di animali domestici period a conoscenza delle linee guida sulla manipolazione degli alimenti per animali domestici della Meals and Drug Administration (FDA) che delineano come conservare e preparare il cibo in modo igienico. Un totale del 43% dei partecipanti ha conservato il cibo entro un metro e mezzo dal cibo umano e solo il 34% si è lavato le mani dopo aver mangiato, secondo lo studio, pubblicato la scorsa settimana sulla rivista PLOS ONE.

“I nostri risultati hanno confermato che la maggior parte dei proprietari di animali domestici non è a conoscenza del fatto che la FDA ha raccomandazioni per l’igiene e la conservazione degli alimenti per animali domestici”, ha affermato Emily Luisana, autrice principale dello studio e ricercatrice del School of Veterinary Drugs della North Carolina State College.

Sessantotto ciotole per cani gestite da 50 proprietari sono state disposte casualmente in tre gruppi prima di essere sottoposte a tampone per le popolazioni batteriche.

Il gruppo A ha seguito le linee guida della FDA, che includevano il lavaggio delle mani prima e dopo la manipolazione del cibo, il lavaggio della ciotola e lo scarto del cibo non consumato, tra le altre misure. Il gruppo B ha seguito suggerimenti più severi che includevano il lavaggio delle mani per 20 secondi con sapone e acqua tiepida, raschiare il cibo dai piatti prima del lavaggio, lavare i piatti con acqua e sapone a una temperatura superiore a 160 gradi per 30 secondi e asciugare accuratamente le ciotole con un asciugamano pulito. Al gruppo C non sono state fornite istruzioni igieniche.

I ricercatori hanno scoperto che le linee guida seguite dai gruppi A e B hanno portato a livelli di batteri inferiori rispetto al gruppo C, segnalando vantaggi nel seguire i protocolli della FDA. Tuttavia, solo il 20% dei partecipanti allo studio ha affermato che probabilmente seguirà i protocolli a lungo termine.

Le ciotole per alimenti per animali domestici sono word da tempo per essere porti di batteri, a volte rivaleggiando con luoghi come le ciotole del gabinetto.

Secondo i ricercatori, l’esposizione a cibi contaminati può avere un impatto sulla salute sia delle persone che degli animali domestici.

“Advert esempio, ci sono stati più focolai di uomini e cani che si sono ammalati dopo l’esposizione a cibo per cani contaminato da batteri patogeni”, hanno scritto gli autori. “Questi rischi possono essere amplificati nelle famiglie con bambini e/o individui immunocompromessi, che erano oltre un terzo delle famiglie degli intervistati”.

Gli autori dello studio hanno notato che la piccola dimensione del campione può limitare la forza della ricerca e hanno aggiunto che è necessario fare di più per comprendere le raccomandazioni ideali per la pulizia e la conservazione. Inoltre, lo studio ha suggerito che le migliori pratiche per comunicare raccomandazioni ai consumatori per ridurre al minimo i rischi di contaminazione batterica devono essere ottimizzate.

“Il nostro studio mostra che i proprietari di animali domestici si rivolgono al loro veterinario, negozio di alimenti per animali domestici e produttori di alimenti per animali domestici per informazioni sulla conservazione degli alimenti per animali domestici e le linee guida sull’igiene”, ha affermato Luisana. “Includere raccomandazioni in questi luoghi e in più formati, advert esempio sull’etichetta, sulle dispense e sul loro sito Net, sarebbe un buon inizio”.

Fonte

ULTIME NOTIZIE
Articoli Correlati